BELLEZZA

Cosmesi, igiene, pulizia, alimenti.
L’alcool è un fattore indispensabile delle nostre abitudini, dalla nostra vita quotidiana.
Non è solo anima. È anche bellezza.

ALCOOL NEUTRO

Limpido e insostituibile

Non fatevi ingannare dalla parola. Neutro non vuol dire senza spessore, corpo e utilità. Anzi, è esattamente il contrario.

Alcool neutro è l’etanolo e fa parte della famiglia degli alcool alimentari. Quelli che possono essere utilizzati, cioè, per la produzione di bevande o di cibi.

È chiamato neutro proprio perché non si deve percepire né gusto, né profumo della materia prima di provenienza. In commercio ce ne sono di vario tipo: da melasso di barbabietola, da frutta, da cereali.

Alle Distillerie Di Lorenzo lo ricaviamo dal vino, ed è il più pregiato.

Esce dalla nostra produzione con un grado alcolico pari a 96,5% in volume.

E’ l’alcool che ritrovate, ad esempio, in un liquore tipico come il Marsala o nel Porto o un qualsiasi tipo di Vermouth o in un vino aromatico (base di vino, alcool, zuccheri ed estratti aromatici, da non confondersi con i vini ottenuti da uve aromatiche come il moscato o il Gewurtraminer) molto in voga in Francia.

L’etanolo ci accompagna, in maniera discreta, nella vita di tutti i giorni.

Viene utilizzato anche in pasticceria, nella fabbricazioni di aromi o estratti, ma anche per la produzione di pane in cassetta, quello che comprate abitualmente al supermercato.

È un eccezionale antimicrobico, evita nella maniera più salubre possibile la proliferazione delle muffe.

Come se ne potrebbe fare a meno?

CONTATTACI PER ORDINI

ALCOOL USO INDUSTRIALE E REN

La nobiltà degli scarti

L’alcool uso industriale (o alcool grezzo) è tra i distillati quello che presenta il maggior numero di impurità.

Ma questo non vuol dire che non sia utile, tutt’altro.

Si ottiene dalla lavorazione della feccia di vino, dalla vinaccia d’uva e dalle eccedenze di vino. Ha una gradazione minima pari a 92% in volume, il che ne fa un prodotto poco raffinato.

È ottenuto da un processo di distillazione senza separare le teste e le code, cioè mantenendo la parte iniziale e finale della distillazione (che di solito contengono le impurità del prodotto) quelli che sono gli scarti della produzione dei distillati.

Grezzo e impuro ma, dicevamo, molto utile. Alle Distillerie Di Lorenzo lo destiniamo per il processo di denaturazione. Come base per future lavorazioni.

Se l’alcool uso industriale è il più impuro il rettificato extra neutro (Ren) è il più nobile. Prevede una lavorazione diversa e ulteriore.

In gergo si dice che viene “raffinato”.

Cioè, partendo proprio dall’alcool “grezzo” vengono separate le teste e le code.

Si ottiene un alcool che ha una gradazione simile a quella del “neutro” (96% sul volume) ma con la differenza di avere un odore percettibile.

Alla Di Lorenzo lo utilizziamo come base per le denaturazioni speciali oppure lo vendiamo come prodotto intermedio per lavorazioni industriali.

Viene anche impiegato per la produzione di plastiche e colle speciali. O come base per vernici o resine, come antigelo per grossi impianti industriali.

Compone anche la materia di rivestimento dell’interno delle lattine di bevande gassate.

Alla volte anche gli scarti sono molto utili.

CONTATTACI PER ORDINI

ETILICO DENATURATO

L'amico di casa

Questo tipo di alcool è quello che forse si utilizza di più nelle abitazioni.

È il cosiddetto “alcool rosa”.

Ha un profumo che non si dimentica e trova largo impiego ovunque. E’ utilizzato, ad esempio, nella pulizia di pavimenti, dei vetri, di mobili o di qualsiasi altra superficie liscia.

Alla Di Lorenzo ne produciamo circa qualche milione di litri l’anno e lo vendiamo a terzi. Due sono le gradazioni: 90,1% e 94% sul volume totale.

Ma come si ottiene?

Questo prodotto viene ottenuto attraverso il processo di denaturazione dell’alcool grezzo.

Per legge deve contenere, in bassissime concentrazioni, altre sostanze (il tiofene, il denatonium benzoato, il metilchetone) e, soprattutto, un colorante: il reactive red. È proprio quest’ultimo a dare il caratteristico colore rosa alla miscela.

L’obbligo statale è dovuto principalmente a due fattori:

il colore sgargiante consente una facile identificazione, rendendo impossibile una ingestione involontaria;
l’uso di questi addittivi impedisce un’eventuale e ulteriore purificazione rendendola faticosa e antieconomica.

CONTATTACI PER ORDINI

ETILICO DENATURATO SPECIALE

Vi rende più belli

Quante volte vi è capitato di andare in profumeria o in farmacia e acquistare un prodotto da utilizzare per la cosmesi? Suppongo, tante volte.

Pensate che alla base di quelle profumazioni potrebbe esserci un nostro prodotto: l’alcool etilico denaturato speciale.

Alla Di Lorenzo lo ricaviamo utilizzando e lavorando l’alcool rettificato extra neutro (Ren).

Due sono le tipologie che produciamo: quella di tipo “A” e quella di tipo “B”.
Le lettere corrispondono a due diverse formule di denaturazione regolate dalla legge (articolo 2 del decreto ministeriale 524 del 1996) per la preparazioni di profumerie alcoliche.

L’etilico denaturato speciale è utilizzato nelle lacche, nelle creme per la colorazione dei capelli, nei prodotti per le unghie.

Ma sarebbe riduttivo e limitante confinarlo solo nel settore cosmetico.

Fa anche parte delle componenti di dentifrici e collutori (e in genere tutte quelle soluzioni legate all’igiene dei denti), lo ritrovate addirittura nei detersivi, per garantirli la giusta profumazione.

Il nostro alcool rende più belli voi e tutto quello che vi sta attorno.

CONTATTACI PER ORDINI